REVOLUTIONARY ROAD

Trama: Una coppietta felice (ma non troppo) si sbatte tra quartieri residenziali, amici e sveltine post-ufficio. Leo Di Caprio è un giovane che non ama il suo lavoro (e che tradisce la moglie). La moglie (Kate Winslet) lo attende a casuccia con i bimbi. Un giorno lei ha un ideona mostruosa: trasferirsi tutti a Parigi per ricominciare (lei lavorerebbe e il marito a casa in cerca di qualcosa che gli piace fare). Lei ci tiene tanto a sta cosa di andare a Parigi (sulla senna tralàlà) e lavorare, ricominciare ecc. Lui non lo vedo tanto convinto, si scopa la giovane segreteria, lavora come il cazzo eppure viene contattato dalla sede centrale che gli offre uno scatto di carriera. Lei tutta convinta convince il marito ad andare ancora a sto cazzo di Parigi (sulla senna tralàlà) e lavorare, ricominciare ecc. Però sembra che tutto gli remi contro (il marito indeciso, lo scatto di promozione, l’ennesimo bimbo in attesa di venire al mondo) però lei non demorde, ci vuole andare a forza! Tanto che opta per un gesto estremo: tentare un aborto da sola in casa con un coso preso chissà dove. Questa sua voglia le è fatale, tanto che muore nel tentativo tardivo (con un operazione sommaria) l’aborto.

Parere personale: che palle di film, cavolo che noia, nemmeno due attori come Leo Di Caprio e Kate Winslet risollevano una trama stupida, insulsa e senza senso. Sprecare due attori di questo calibro per un’operazione di puro marketing: rimettere insieme la famosissima coppia del film Titanic. Mannaggia a me che ho deciso di vedere sta cacata di film, una serata sprecata.

Voto: n.c.

Annunci